fbpx
Selezionare una pagina

Patentino ciclomotore

1

 

 

2

 

 

3

 

 

Requisiti Esame teorico Esame pratico Tempi Esercitazioni di guida

ETÀ MINIMA: 14 anni

ETÀ MASSIMA: segue le scadenze previste per la patente A, ossia: è valida ogni 10 anni fino a 50 anni di età, 5 anni per chi ha un’età compresa tra 50 e i 70 anni, 3 anni per chi ha superato i 70 anni, 2 anni dopo gli 80 anni.

VEICOLI CHE SI POSSONO GUIDARE
Ciclomotori a due ruote (categoria L1e) con velocità massima di costruzione non superiore a 45 km/h, la cui cilindrata è inferiore o uguale a 50 cm³ se a combustione interna, oppure la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici.

veicoli a tre ruote (categoria L2e) aventi una velocità massima per costruzione non superiore a 45 km/h e caratterizzati da un motore, la cui cilindrata è inferiore o uguale a 50 cm³ se ad accensione comandata, oppure la cui potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori a combustione interna, oppure la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4kW per i motori elettrici.

Quadricicli leggeri la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 kg (categoria L6e), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la cui velocità massima per costruzione è inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore è inferiore o pari a 50 cm³ per i motori ad accensione comandata; o la cui potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna; o la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici.
COME SI CONSEGUE:
esame teorico + esame pratico: è stato abolito l’obbligo del corso di teoria e non è più possibile conseguire il C.I.G. nelle scuole, in quanto si è “trasformato” in una patente vera e propria.

 

 

 

REQUISITI

Per il conseguimento, della patente di guida occorre che il richiedente, non risulti affetto da malattia fisica o psichica, deficienza organica o minorazione psichica, anatomica o funzionale, tale da impedire di condurre con sicurezza i tipi di veicoli alla guida dei quali la patente abilita

La patente di guida non deve essere rilasciata ai candidati che si trovino in stato di dipendenza attuale da alcool, stupefacenti o sostanze psicotrope né a persone che comunque consumino abitualmente sostanze capaci di compromettere la loro idoneità a guidare senza pericoli.

Vista Udito Arti
Acutezza visiva non inferiore ai 10/10 complessivi con non meno di 2/10 per l’occhio che vede di meno, anche raggiungibile con correzione di lenti, con differenza tra due lenti non superiore a 3 diottrie Occorre percepire da ciascun orecchio la voce di conversazione a non meno di 2 metri di distanza (anche con protesi) No alterazioni anatomiche o funzionali invalidanti (non ci possono essere protesi)

 

 

ESAME TEORICO

L’esame teorico in via provvisoria (nell’attesa della realizzazione di nuovi questionari) si svolge nello stesso modo di quello del vecchio C.I.G., ovvero consiste in una prova svolta tramite questionario della durata di 30 minuti, composto da 10 domande  per ognuna delle quali sono previste tre risposte che possono essere: tutte e tre vere, ovvero due vere e una falsa, o una vera e due false, oppure infine tutte e tre false. I candidati devono barrare, in corrispondenza di ogni risposta, la lettera “V” o “F“, a seconda che consideri la stessa rispettivamente vera o falsa.La prova si intende superata se il numero di risposte errate è non superiore a quattro.

 

 

ESAME PRATICO

Il giorno dell’esame il candidato si deve presentare con:

il foglio rosa e la carta di identità

il veicolo che abbia le caratteristiche definite al momento della prenotazione e sia munito di lettera “P” (ma solo se è a 3 o 4 ruote)

La prova pratica prevede 2 fasi:

1)una prima fase da effettuarsi in un’area chiusa al traffico e attrezzata con coni

2)una seconda fase da effettuarsi, solo dopo il superamento della prima, su strade normali, per la verifica dei comportamenti di guida nel traffico.

 

 

TEMPI

Al momento della presentazione della domanda per il conseguimento della patente (la domanda può essere presentata solo dopo avere compiuto l’età minima richiesta – ) viene consegnata una marca operativa e il candidato ha sei mesi di tempo per sostenere l’esame di teoria.


Il candidato ha a disposizione due prove d’esame. In caso di esito negativo della prima prova potrà ripeterla una sola volta sempre entro i primi sei mesi della validità della marca operativa.
Tra una prova d’esame sostenuta con esito sfavorevole ed una successiva prova deve trascorrere almeno un mese.

Superato l’esame di teoria e non prima, gli verrà consegnato il foglio rosa e potrà esercitarsi alla guida. Il foglio rosa è valido sei mesi ed entro questi sei mesi il candidato può affrontare l’esame pratico per due volte, non prima però che sia trascorso almeno un mese dalla data del rilascio del foglio rosa. Anche in questo caso, tra una prova d’esame sostenuta con esito sfavorevole ed una successiva prova, deve trascorrere almeno un mese.

In caso di esito negativo di entrambe le due prove di guida dovrà riaffrontare la prova di teoria ripetendo tutto il processo.

 

 

ESERCITAZIONI DI GUIDA

Superata la prova teorica, il candidato consegue un foglio rosa, al fine di esercitarsi alla guida su ciclomotore a due o tre ruote o su quadriciclo leggero.

Al riguardo si fa presente che:

qualora le esercitazioni si effettuano su ciclomotori a due ruote, o su ciclomotori a tre ruote o quadricicli leggeri non omologati per il trasporto di un passeggero a fianco del conducente, le stesse si svolgono in luoghi poco frequentati;

qualora le esercitazioni si effettuano su ciclomotori a tre ruote o quadricicli leggeri, omologati per il trasporto di un passeggero a fianco del conducente, durante lo svolgimento delle stesse è presente a bordo una persona in qualità di istruttore.